Ho ricevuto una notifica di abuso con origine un mio dominio. Cosa devo fare?

La sicurezza dei siti web e di tutti i software/script installati all'interno di un account di hosting è un aspetto fondamentale che richiede la massima attenzione sia da parte dell'hosting provider che dal titolare dell'account. Questo perchè la compromissione di un servizio di hosting può avere ripercussioni anche gravi, a carico non solo del provider ma anche del Cliente stesso e di tutti gli utilizzatori (visitatori) dei suoi servizi. Occorre sempre tener presente che le compromissioni di sicurezza che avvengono come dimostrazione delle capacità tecniche di un hacker o aspirante tale, sono solo una piccola parte: tutte le altre avvengono per uno scopo preciso, cioè quello di sfruttare l'hosting del Cliente per altre attività, quasi sempre illegali e dalle conseguenze potenzialmente anche molto serie. Basti pensare alle frodi informatiche tramite il cosiddetto "phishing", cioè la contraffazione di una pagina (quasi sempre ben nascosta all'interno di un sito legittimo) per rubare dati sensibili di ignari clienti di istituti bancari, utenti di carte di credito ecc.

La prevenzione resta l'arma più sicura per evitare problemi, ma quando un Cliente riceve una segnalazione di possibile abuso, significa che potrebbe essere già troppo tardi e occorre intervenire tempestivamente.

LE POSSIBILI E PIU' FREQUENTI CAUSE DI UN ABUSO.
Elenchiamo alcuni dei metodi di violazione più frequenti ai danni di un hosting account. In caso di dubbio su quale possa essere l'origine di una violazione, è opportuno esaminare con attenzione e passo per passo ogni singolo punto di questo elenco.

1) password di accesso a caselle email, account FTP, pannelli di controllo e scripts troppo brevi e/o troppo semplici, di uso comune o facilmente riconducibili alla persona o all'attività svolta. Le password devono rispettare i criteri indicati nelle nostre guidelines sulla sicurezza (v. altro articolo nelle nostre FAQ). L'uso del generatore di password random, che è presente in ogni pagina di CPanel dove si crea/modifica una password, è la migliore e più rapida soluzione. Ovviamente, utilizzando password generate casualmente e quindi non mnemoniche, dovranno essere trascritte e conservate in modo sicuro, mediante l'uso di app di crittazione appositamente studiate per salvare le vostre password, oppure trascrivendole solo su carta.

2) violazione di sicurezza sulla rete locale del cliente finale.
Es: presenza su uno o più computers di virus trojan, keylogger, rootkit ecc. a causa di:
a) sistemi operativi ed internet browsers obsoleti e non più aggiornati
b) software pirata (warez, password crackers, ecc) installato su un computer del Cliente. Una larga percentuale di software pirata reperibile in rete contiene backdoor e virus trojan, molto spesso non rilevabile dai software antivirus in fase di installazione.
c) antivirus inefficienti o non aggiornati
d) altre falle di sicurezza.
Un hacker è facilmente in grado di reperire informazioni sensibili da un computer o una rete compromessa, intercettando con varie tecniche password di accesso a tutti i servizi utilizzati da quel computer. Inclusi gli accessi a email e siti web.

3) presenza nell'account di software cgi o php non aggiornati e/o soggetti a vulnerabilità remote.
Le modalità sono molteplici e non ci dilungheremo qui per affrontare questo argomento. Gli errori più comuni in casi di compromissione sono:
a) utilizzo di permessi di scrittura rischiosi su files o cartelle (chmod 777)
b) mancati aggiornamenti dei più noti CMS in commercio e/o mancata implementazione di alcune misure preventive essenziali (es: http://codex.wordpress.org/Hardening_WordPress)
c) installazione di plugins o temi/templates di origine non sicura. Una percentuale non indifferente di plugins e moduli freeware per i più diffusi CMS contiene contiene vulnerabilità non intenzionali o a volte specificamente intenzionali (malware). Peggio ancora per i software di tipo "nulled" reperibile in rete, che sono il veicolo preferito per spammers ed hackers per ottenere facili accessi a server remoti attraverso php shell/backdoors nascoste all'interno del codice.

4) utilizzo delle password (email, pannello di controllo, CMS, ecc) anche per altri accessi ad altri servizi, inclusi altri siti web, servizi email, forum, social networks non collegati a questa attività. Le password di accesso a servizi sensibili devono essere univoche, ovvero non riutilizzate altrove per nessun altro scopo

QUALI SOLUZIONI?

LineaHosting consiglia di seguire un approccio metodico per esclusione, ovvero iniziando da quest'elenco per ecludere scrupolosamente le possibili cause e soffermandosi su ogni punto in caso di dubbio. Il dubbio deve essere inteso come possibile origine del problema, e quindi va escluso adottando tutte le metodiche del caso. Molte di queste verifiche e analisi richiedono competenze tecniche specifiche che potrebbero non essere alla portata di un'azienda o un webmaster con una conoscenza basilare di sicurezza informatica e programmazione. In tal caso, diventa indispensabile affidarsi all'aiuto di personale tecnico con competenze specifiche, che vi aiuterà a trovare e correggere le falle che hanno permesso l'abuso. Ovviamente lo Staff tecnico di LineaHosting si renderà disponibile sia a fornire indicazioni e supporto su come meglio procedere, sia (eventualmente) a concordare con il Cliente un'attività di consulenza mirata alla risoluzione di un abuso


©Copyrights 2016 LineaHosting - tutti i diritti riservati

  • 0 gebruikers vonden dit artikel nuttig
Was dit antwoord nuttig?

Gerelateerde artikelen

Vademecum sicurezza: 10 consigli pratici per rendere più sicuro il tuo Hosting.

Aggiornato il: 15 Aprile 2016 In questo breve e ci auguriamo utile documento, abbiamo stilato un...

Ho smarrito la password Cpanel, E-mail o FTP. Cosa fare?

Come regola generale è bene annotarti in un posto sicuro le password di accesso. Ma soprattutto...

Non riesco ad accedere a CPanel/WHM

Se il dominio associato al piano hosting è attivo, occorre innanzitutto verificare se riesci a...

Ripetuti errori di login e blocco degli IP

Tutti i Shared Servers di LineaHosting utilizzano sistemi che prevengono gli attacchi di tipo...